I Chakra sono i centri energetici localizzati lungo la colonna vertebrale, dei veri e propri vortici che come portali ci guidano alla conoscenza e all’ascolto del nostro corpo e della nostra mente.
Vi sono numerose tecniche di ascolto e risveglio dei chakra che li fanno divenire delle sorte di “lenti” attraverso le quali si può vedere l’intero universo.
Oggi vorrei condividere con voi uno degli strumenti più semplici ed immediati per entrare in sintonia con i nostri centri energetici; l’uso del suono e dei Bija Mantra.
Vediamo prima di tutto cosa vuol dire Mantra, parola che deriva dal sanscrito ed è formata da due parti: la prima, “Man” significa “mente, pensiero”, mentre la seconda è costituita dal suffisso “tra”, che in questo caso sta a significare “strumento, mezzo”. Il significato che possiamo dare è quindi “strumento per la mente”, spesso si trova tradotto anche come “suono efficace”, trovo che entrambi siano adeguati.
Bija vuol dire seme, quando si parla di Bija mantra si ha a che fare con suoni molto potenti dagli effetti immediati. Applicati ai chakra risultano come un richiamo specifico e chiaro proprio là dove sono localizzati i chakra, cantandoli è come se andassimo a bussare alla porta dei diversi centri energetici.
Ad ogni Chakra è legato un colore, una forma così come un suono. Ecco dunque un semplice ed immediato percorso che offre una pratica esplorativa. Per ogni chakra troverete un breve esercizio volto a guidarci con precisione e semplicità là dove in seguito attiveremo il suono
LAM– Bija mantra di Muladhara Chakra- localizzato alla base della colonna vertebrale:

Pratica: In posizione comoda seduta inizia a respirare nel basso ventre e lascia che l’espandersi della zona addominale ed il suo successivo svuotarsi diano inizio ad un dolce movimento del bacino. Fai basculare il bacino per una ventina di volte, trova poi l’immobilità e fai pulsare il perineo (mula bandha) rilasciandolo e stringendolo diverse volte fino a quando senti di aver stimolato a dovere la base del pavimento pelvico. Ora sei pronto per pronunciare da 3 a 5 volte la lettera L, senti cosa avviene nel tuo corpo. Recita LAM da 5 a 10 volte per poi trovare 1 minuto di silenzio.

VAM– Bija mantra di Svadhisthana Chakra- localizzato al centro della scodella della pelvi:

Pratica: in posizione seduta comoda trova il punto tre dita sotto l’ombelico ed immagina di tracciare una linea orizzontale con terra da lì verso la tua schiena. Fai pulsare orizzontalmente questa linea di energia come se sulla parte frontale (ventre) ci fosse un’asola e in corrispondenza della schiena un bottone, il nostro intento è visualizzare l’aggancio dei due punti. Ripeti per un paio di minuti per poi trovare l’immobilita, chiudi gli occhi ed inizia a pronunciare da 3 a 5 volte la lettera V, senti cosa avviene nel tuo corpo. Recita VAM da 5 a 10 volte per poi trovare 1 minuto di silenzio.

RAM – Bija mantra di Manipura Chakra – localizzato nel ventre, dalla zona ombelicale al plesso solare:
Pratica: in posizione comoda seduta pratica 30 cicli del pranayama kapalabati (espira in maniera energica dal naso facendo rientrare il ventre con ogni espiro, l’inspiro avviene naturalmente). Puoi ripetere per 3 volte questo ciclo, per poi trovare l’immobilità e la concentrazione al centro del tuo ventre. Chiudi gli occhi ed inizia a pronunciare da 3 a 5 volte la lettera R, senti cosa hai attivato nella zona addominale ed osservane gli effetti. Recita RAM da 5 a 10 volte per poi trovare 1 minuto di silenzio.
YAM – Bija mantra di Anahata Chakra – localizzato nella zona toracica, al centro del petto

Pratica: in posizione comoda seduta poggia i dorsi delle mani ai lati del costato lasciando che le spalle si rilassino ed i gomiti si aprano lateralmente e spingano leggermente in avanti. Ascolta come con ogni inspiro la gabbia toracica si espande ricordando il movimento di una fisarmonica. Lascia che l’energia inizi a circolare nel petto attivando cuore e polmoni. Ora sei pronto per pronunciare da 3 a 5 volte la lettera Y, senti cosa avviene nel tuo corpo.  Recita YAM da 5 a 10 volte per poi trovare 1 minuto di silenzio.

HAM – Bija mantra per Vishuddi Chakra – localizzato nella gola

Pratica: espira dalla bocca emettendo il suono aaahhhhhhhh, rendilo aspirato e poco udibile fino a socchiudere la glottide come se volessi appannare un paio di lenti. Ora chiudi la bocca e ricrea la stessa sensazione in gola (ujjayi pranayama). Continua per qualche minuto e portati in ascolto della gola. Ora sei pronto per pronunciare da 3 a 5 volte la lettera H, senti cosa avviene nel tuo corpo. Recita HAM da 5 a 10 volte per poi trovare 1 minuto di silenzio.

OM – Bija mantra di Anja Chakra . localizzato nel punto fra le sopracciglia
Pratica: in posizione seduta comoda inizia la meditazione “humming”, con le labbra rilassate e la bocca chiusa sussurra mmmmmmmm per un paio di minuti. Accompagna con ogni espiro questo suono che vibra dalla cavità orale in tutto il cranio. Porta le mani in brama mudra (chiudi il pollice dentro il pugno della mano rivolgi i pugni verso il cielo e lascia che le nocche si tocchino, poggia infine i polsi sulle cosce allineando così i pugni con il basso ventre. Senti come il respiro inizia a muoversi con precisione verso lo spazio al centro della fronte. Recita OM da 5 a 10 volte per poi trovare 1 minuto di silenzio.
Durata della pratica: 20/25 minuti
Difficoltà: facile